ASD Grifone Gialloverde - Via Flaminia, 259 Roma
Tel. 06 44.22.35.85 Email scuolacalciogdf@gmail.com

P.I. 13928301004 - Matr. FIGC 945305

"Quella che sta per iniziare sarà la mia sesta stagione in gialloverde. Qui mi sento come a casa, ma prima di arrivare a fare questa scelta ho avuto sensazioni contrastanti dovute al mondo in cui si è conclusa immeritatamente la scorsa stagione.
Non nascondo di aver ricevuto diverse proposte interessanti da altri Club, ma lo spirito di rivalsa e l’attaccamento a questi colori mi hanno portato a declinare qualsiasi offerta, e di questo ne sono molto felice.". 

Parole sincere, dirette, piene di orgoglio e voglia di riscatto. Parole da vero capitano, quello che rappresenta Daniele Moscetta che prosegue: "Non è facile digerire e reagire ad una retrocessione. Quest’anno dobbiamo ripartire dalle persone e da uomini veri, sono certo che la Società si sta già muovendo in questo senso per il prossimo anno. L'obiettivo è provare a lottare per le zone alte della classifica e come sempre far crescere i tanti giovani gialloverdi.". 

La fascia di capitano onori ed onori, come ci spiega il difensore gialloverde: "Indubbiamente rappresentare in campo questa Società è motivo di grande orgoglio per me, posso e devo migliorare dal punto di vista comportamentale, per dare un esempio ai compagni dentro e fuori dal campo. Questo a livello di responsabilità è l’obiettivo che mi prefiggo, sia come atleta ma sopratutto come persona."

La chiusura come sempre sui tanti progetti del club: "I valori che questa società cerca di portare avanti da anni sono il rispetto, la lealtà e lo spirito di condivisione. Sicuramente l’ultima iniziativa promossa dal Grifone Gialloverde con la raccolta fondi per la Scuola Calcio dei ragazzi disabili, curata in prima persona dal nostro Team Manager, mi ha colpito molto. Emblematico il fatto che ho visto con i miei occhi ogni singolo ragazzo della Prima Squadra, dal più giovane al più vecchio partecipare attivamente. Tutto questo dopo una retrocessione, un fatto da non sottovalutare e l'ennesima dimostrazione che i valori umani devono prevalere sempre e comunque su quelli sportivi. E' necessario essere prima grandi uomini e noi tutti lo abbiamo dimostrato. Vorrei concludere facendo un grande in bocca al lupo a tutta la Società ricordando che una volta toccato il fondo si può soltanto risalire, insieme! Il vostro Capitano!"