ASD Grifone Gialloverde - Via Flaminia, 259 Roma
Tel. 06 44.22.35.85 Email scuolacalciogdf@gmail.com

P.I. 13928301004 - Matr. FIGC 945305

“A primavera dello scorso anno,  è  stato proposto  ad alcuni ragazzi  del settore giovanile di prendere parte al Progetto Un Altro Calcio è Possibile. Sin da subito mi sono incuriosito e ho deciso di aderire all’iniziativa con l’obiettivo di impegnarmi concretamente in un percorso che mi facesse crescere aiutando gli altri.”. Inizia così la chiacchierata con Michele Onori, ragazzo della Juniores gialloverde che fa parte dello staff che supporta il coordinatore Francesco Savarese della Scuola Calcio del Grifone Gialloverde riservata ai ragazzi diversamente abili.

La storia di Michele è la seconda storia di Un Altro Calcio è Possibile, è la storia di un giovanissimo che si impegna per dare un supporto e un aiuto a chi è stato meno fortunato. È il simbolo dell’integrazione allo stato puro, dell’inclusione e della responsabilità. È inoltre l’emblema del senso di appartenenza e del legame che c’è all’interno del Grifone Gialloverde tra tutte le componenti: dall’Eccellenza alla Serie C Femminile, dal settore giovanile agonistico passando per l’attività di base. Questa significa sport, questo significa educazione, questo vuol dire interpretare il calcio in una maniera diversa, a testimonianza che un altro calcio è possibile.


Ormai sono 5 mesi  che partecipo a questo progetto e devono dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso dai grandi progressi  che i nostri ragazzi stanno facendo di settimana in settimana. La strada per raggiungere obbiettivi maggiori è ancora lunga ma con l’impegno e la costanza con la quale lavoriamo tutti, sia i ragazzi che tutto lo staff, riusciremo a crescere velocemente insieme.”

Uno degli step principali del Progetto supportato dalla Fondazione Terzo Pilastro Internazionale è proprio quello di proporre percorsi formativi per ragazzi diversamente abili. L’obiettivo è stimolare ed educare tutti i partecipanti attraverso lo sport, che si conferma un eccezionale strumento di educazione:


“Secondo me lo sport e nel nostro caso il calcio è uno degli strumenti più efficaci per permettere l’ integrazione e l’inclusione sociale. Non c’è cosa più bella che vedere ragazzi uniti  per raggiungere un obiettivo comune nel rispetto delle regole e dei compagni. Lo sport, a tutte le età, è una valida esperienza per rimuovere ostacoli e suscitare interesse nei ragazzi e deve essere esercitato senza distinzioni o esclusioni. Ora stiamo parlando dell’integrazione dei ragazzi diversamente abili, ma quello che vorrei trasmettere che l’inclusione non è unilaterale. L’effetto che “provoca” un progetto come questo, i risultati positivi e la crescita personale di ognuno coinvolge ogni componente, come detto prima, staff compreso.”.

Una esperienza, un momento di crescita, di formazione personale. Lo sport, il calcio, i valori che da sempre hanno contraddistinto e contraddistinguono il Grifone Gialloverde applicati in campo, interpretati e diffusi attraverso il progetto Un Altro Calcio è Possibile:  “Questa è una esperienza che mi arricchisce sia dal punto di vista sportivo, in quando sto imparando a gestire un gruppo e a collaborare in uno staff, ma soprattutto come persona, perché l’entusiasmo che i ragazzi mi trasmettono mi fa riflettere sulle piccole e grandi gioie che la vita  ci offre.”.